Un mondo di nulla…

Persone povere di mente gretta ed ingessate nei ruoli di una vita disegnata da una mente labirintica.

Persone inutili con l’incapacità di una impraticabile visione della bellezza del percorso luminoso di una vita almeno accettabile.

Persone illuse di intelligenza media dove il parlare si estende solo alle vite vissute o copiate da altri.

Persone con il senso dell’egoistica difensiva a null’altro votate che per il proprio io.

Persone che di proprio nulla hanno se il sol sentir di altri dire ed il confermare io sono quello.

Persone false perché di vero nulla hanno.

La persona visionaria che non è scimmia son poche, come son poche chi crea intelletto dal nulla.

Un mondo di nulla con persone per nulla, sole con un inutile finale per un mondo fatto di nulla.

Deneb

Annunci

Altri…

Note di voci irraggiungibili ed ineguagliabili.
Stranieri accenti di lingue non tue ed incomprensibile cultura di altro modo.
Simili movenze intraducibili.
Espressioni di non nativa faccia.
Nazionalismo egoista sfociante al nulla o all’isolamento perpetuo.
Soluzioni poche se non volute.
Perdono nullo se non compreso di tardivo arrivo.

Deneb

foto credit © magdammus

Cammino sulla strada…

Sfrecciante tra calca anonima.
Strada di asfalto conveniente
respirante da cadente stagione.
Operai lenti ed inoperosi tentando di scoprire un occasione veloce per superflui lavori.
Macchine di decadente classe per fluire in mete ancora oscure per improduttivi e pochi proficui sogni.
Sole inutile di un estate agonizzante.
Foglie di inevitabile cadere.
Vento umido ma terso da lacrime invernali.

Deneb

foto credit © flytography

Vite altrui…

Feritoia di finestra concedendo lo scorgere di vite altrui.
Fantasia di cosa si cela in altre finestre frontali.
Famiglie di giorno composte di saggia e senile vecchiaia e di sera di sana follia incauta e gioviale.
Immaginando preparanti caldi pranzi per cene più fredde.
Desco imbandito tra profumi sazianti.

Deneb

foto credit © flytography

Vergogna…

Intrisa vergogna dell’uomo attratta, borghese vergogna di un onda che travolge.

Vergogna inutile del disattento e malevole mondo.

Inutile chiacchiericcio di differenze immutabili.

Persone codarde approfittanti di ricordi importanti per momenti finiti.

Deneb

foto credit © flytography